I materiali

Il legno, l'anima del fucile Thorpedo

Una delle caratteristiche principali sono le eleganti venature del legno zebrano che percorrono, specialmente nell’impugnatura, il fucile, rendendolo un oggetto plastico e altamente apprezzabile alla vista.

Queste venature, naturalmente diverse di tronco in tronco, rendono ogni fucile un pezzo unico, mai identico al precedente: ogni nuovo prodotto risulta una scoperta grazie a questi materiali, unicamente di qualità, che lo compongono. 
Il tutto è incollato con resine specifiche per incollaggi marini, estremamente resistenti, e rifinito con estrema cura con molte mani di vernice opaca, per rendere la texture della superficie perfettamente omogenea e duratura nel tempo.

Il fusto di ogni fucile è composto da sette listelli incollati con le migliori resine epossidiche presenti sul mercato, specifiche per incollaggi marini. Le essenze lignee utilizzate sono solitamente tre

Zebrano

I listelli esterni del fusto, dal caratteristico colore chiaro con venature scure e marcate, sono in zebrano. Lo zebrano è un materiale molto duro, composto da una fibra resistente e filacciosa che garantisce una buona tenuta agli urti e un’ottima rigidità strutturale.

Okumè

Procedendo verso l’interno del fusto, il secondo listello che si trova è l’okumè: un materiale molto leggero, ma allo stesso tempo resistente all’acqua, grazie al quale è possibile bilanciare perfettamente i nostri fucili.

Wengè

Avanzando verso l’interno di una posizione troviamo la terza essenza lignea, il mogano, che compone un listello strutturalmente molto forte. Il centro del fusto è invece caratterizzato da un listello di wengè: legno durissimo e molto rigido dal caratteristico colore nero.

Per quanto riguarda l’impugnatura, completamente modellata in legno zebrano, la struttura sinuosa si fonde perfettamente con l’elsa in legno, donando un aspetto molto elegante all’intero fucile.

L’appoggio del palmo e la sella molto alta rispetto all’asse dell’asta garantiscono tiri molto intuitivi, anche d’imbracciata. Grazie al suddetto appoggio, studiato in modo da scaricare il rinculo sul muscolo della mano e in parte attutirlo, si riescono ad effettuare tiri più precisi e mirati.

La finitura

La finitura è effettuata con 7 mani di vernice opaca in modo da ottenere una superficie totalmente omogenea e resistente nel tempo, l’impugnatura viene inoltre rifinita con una texture ruvida in modo da donare alla presa la massima efficenza.